Come funziona un ascensore? Ti aiutiamo a capirlo in pochi semplici passi
30
Gen

Come funziona un ascensore? Ti aiutiamo a capirlo in pochi semplici passi

Ascensori

Sommario:

Come funziona un ascensore? Quali sono le componenti principali che ne determinano il corretto funzionamento? Conoscere come funziona un ascensore permette di capire quanto questo sistema di elevazione sia complesso. Per questo, il suo montaggio richiede l’intervento di un qualificato professionista che possieda competenze tecniche e funzionali, oltre che l’apposito patentino per intervenire sull’impianto.

Millepiani Elevators progetta e produce una vasta gamma di ascensori. L’offerta spazi dai modelli di base per edifici residenziali a quelli più strutturati e complessi per edifici commerciali, o trasporti pubblici, con manovra universale, simplex, multiplex, da 0,15m/s fino a 3,0m/s, idraulici o gearless a magneti permanenti. Nei prossimi paragrafi vedremo come funziona un ascensore. Una prima importante differenza tra i vari impianti che servono al trasporto verticale delle persone è il tipo di trazione utilizzata, elettrica, cioè a fune, o idraulica, ovvero oleodinamica.

Prima di parlare di come funziona un ascensore, dunque, è opportuno capire se ci troviamo di fronte all’uno o all’altro tipo di ascensore e comprendere che cos’è un sistema di elevazione.

Funzionamento ascensore: che cos’è un sistema di elevazione?

L’ascensore è un sistema di elevazione ed uno strumento di trasporto verticale in grado di mobilitare persone e oggetti da un piano di un edificio ad un altro senza compiere alcuna fatica.

Il processo di sollevamento e di trasporto avviene tramite il funzionamento delle componenti di un ascensore che entrano in funzione. Battezzato nel lontano 1853, l’ascensore ha conosciuto nel tempo un’evoluzione davvero unica e di grande valore: tantissime le innovazioni tecnologiche e ingegneristiche introdotte, che ne hanno decretato l’apprezzamento ed il successo in termini di affidabilità, qualità e sicurezza.

Oggi l’ascensore, oltre ad essere funzionale e smart, è diventato un accessorio dell’edificio o della casa in cui viene progettato ed installato.

Inoltre, si cerca di renderlo il più confortevole possibile, senza mai trascurare i dettagli estetici, oltre che l’oculata scelta dei materiali e degli optional.

Ma tralasciando in questa sede l’aspetto estetico, per capire effettivamente come funziona un ascensore, bisogna avere chiare le varie tipologie di ascensore, che variano in funzione del contesto.

Per questo rileva la differenza tra ascensore elettrico e ascensore idraulico.

Come funzione argano ascensore elettrico?

L’ascensore elettrico è costituito dalle funi a cui sono legate dei contrappesi, che garantiscono lo spostamento in tutta sicurezza del sistema di elevazione e sono necessari per risparmiare l’energia elettrica.

In buona sostanza, il funzionamento dell’ascensore elettrico avviene grazie all’argano, un macchinario di sollevamento a trazione elettrica, il quale trasmette il movimento di salita o di discesa alle funi che collegano i contrappesi alla cabina.

Negli ascensori di ultima generazione l’argano viene posizionato all’interno del vano corsa della cabina e non è necessario un locale dedicato.

Inoltre, a rendere davvero sicuro l’ascensore elettrico ci sono il paracadute e il limitatore di velocità, oltre al quadro elettrico.

Dal funzionamento delle componenti dell’ascensore elettrico, ben si comprende che i vantaggi siano ascrivibili ai seguenti:

– Impianto veloce

– Minore consumo energetico

– Assenza di materiali inquinanti

– Costi di gestione bassi

– Migliore allineamento al piano

– Corsa illimitata

– Comfort di marcia

– Funzionamento dell’ascensore elettrico anche in caso di blackout.

E gli svantaggi?

  • Costi più esosi

Per maggiori informazioni sul funzionamento dell’ascensore elettrico, ti invitiamo a contattare Millepiani Elevators SpA.

Come funziona un ascensore oleodinamico?

Un ascensore oleodinamico, spesso conosciuto con il nome di “ascensore idraulico” o “ascensore a pistone”, funziona grazie alla presenza di una centralina idraulica che mette in pressione dell’olio all’intero di un cilindro.

Ciò consente di far estendere uno stelo sulla cui sommità è applicata una puleggia, sulla quale scorrono delle funi ancorate alla cabina.

La discesa della cabina avviene per forza di gravità e la velocità del movimento viene controllata gestendo il deflusso dell’olio dal cilindro.

La centralina idraulica si trova posizionata in un locale macchina, oppure in un armadio metallico.

Nel sistema a trazione oleodinamica, il motore sta in basso e aziona una pompa, spingendo un fluido in un pistone, che solleva la cabina. Quando l’ascensore scende, il pistone si svuota lentamente del fluido.

Dal funzionamento dell’ascensore oleodinamico, ben si comprende che i vantaggi siano ascrivibili ai seguenti:

  • semplicità di progettazione e costruzione del sistema di elevazione,
  • costo di acquisto più basso.

Tra i principali punti di criticità:

– Corsa limitata alla lunghezza del pistone

– Impianto lento

– Alto consumo elettrico (a parità di velocità e portata consuma dieci volte di più di un ascensore elettrico)

– Utilizzo di olio inquinante.

Per maggiori informazioni o per richiedere un Preventivo personalizzato, contatta Millepiani Elevators SpA.

I componenti di un ascensore

Gli ascensori sono dei sistemi piuttosto semplici da descrivere. Comprendere come funziona un ascensore non è un argomento troppo complesso. Strettamente legato al funzionamento di questi impianti a trazione verticale è la descrizione dei componenti di un ascensore, sia esso elettrico o oleodinamico. La cabina è collegata a una fune/pistone e viene sollevata grazie a una spinta (elettrica o idraulica). L’argano, il macchinario di sollevamento, a trazione elettrica, trasmette il movimento di salita o discesa desiderato. Nel caso di un sistema oleodinamico, la salita della cabina è resa possibile grazie alla pressione dell’olio sui pistoni. Il cilindro conseguentemente si estende, provocando l’innalzamento dell’argano. La discesa di contro avviene grazie alla gravità. La caduta sarà controllata sempre dalla pressione dell’olio.

Entriamo maggiormente nei dettagli. Abbiamo visto, in via generale, come funziona un ascensore. Se si tratta di un impianto idraulico, detto anche oleodinamico, stiamo parlando di una delle più diffuse modalità di elevazione della cabina degli ultimi tempi. Millepiani Elevators dispone di vari modelli legati a questa tipologia. Ma come funziona un ascensore oleodinamico? La cabina è collegata a un sistema formato da cilindri e pistoni. In tale sistema viene immesso dell’olio minerale in pressione, con portata personalizzabile attraverso una valvola. Ogni volta che la cabina sale di un piano, la pompa idraulica spinge il liquido all’interno del cilindro: lo stelo viene esteso, ottenendo il movimento desiderato. La discesa della cabina, invece, ha luogo tramite forza di gravità, con velocità controllabile gestendo il deflusso dell’olio dal cilindro.

Come scegliere l’ascensore adatto?

Grazie a Millepiani Elevators SpA puoi richiedere un preventivo personalizzato e avrai la possibilità di farti consigliare da un team di professionisti seri e affidabili garantendoti risparmio e una maggiore qualità.

Ecco di seguito i contatti:

, ,



Potrebbero Interessarti